lunedì 25 maggio 2015

Formula Satira - 2015 Episodio 6 - Gp Monaco

Il Gran Premio di Montecarlo 2015 sarà ricordato come quello della Grande Gaffe Mercedes.

Ecco com'è andata, in sostanza... Dopo una gara vissuta senza grossi scossoni, il prode e unico lottatore in pista Max Verstappen decide di averne abbastanza, tamponando con violenza Grosjean. La safety car arriva in pista per neutralizzare la corsa. Tutti hanno effettuato la sosta, e la logica - con pochi giri da fare rimasti - dice che i piloti in testa devono rimanere in pista. Invece, con grande sorpresa, la Mercedes richiama ai box Lewis Hamilton per montargli nuove gomme per finire la gara in scioltezza. Il piano va però a ramengo, perché Lewis viene passato sia da Rosberg, sia da Vettel. La gara si conclude con una doppietta mancata da Mercedes e con questo immeritato regalone a Rosberg, mentre Hamilton scende dalla macchina visibilmente furioso con il mondo intero.

La scelta strategica folle del team Mercedes ha subito infiammato gli animi. Molti, a casa e nelle tribune, hanno pensato a teorie assurde per spiegare questo evento. A volte non c'è però spiegazione plausibile...



Scampoli di gara: oltre alla Ferrari, in buona forma rispetto alla Spagna, anche in Red Bull possono dirsi soddisfatti avendo concluso la gara con entrambe le auto a punti. Ricciardo, comunque protagonista di una bella gara nonostante abbia finito dietro Kvyat, non ha nascosto il suo stupore a proposito della strategia Mercedes...


Le critiche maggiori sono piovute addosso al muretto box distaccato di Brackley, dove computer e cervelloni calcolano in tempo reale il miglior momento per rientrare a cambiare le gomme. Chi ha preso la decisione? Chi ha peccato di ottimismo?


Toto Wolff e Niki Lauda, da parte loro, hanno subito rimarcato come Hamilton avesse meritato di vincere la corsa. Dentro di loro, tuttavia, è evidente la sensazione di aver combinato un disastro senza appello...


Lewis Hamilton, in modo molto aziendalista, ha tenuto dentro i suoi tumultuosi pensieri. Tutti sono comunque certi che il bi-campione del mondo tornerà a riprendersi il maltolto con gli interessi...


Cambiando argomento, una menzione speciale va al mitico Pastor Maldonado. Oggi per lui era la giornata giusta per andare a punti. Un guasto lo ha però subito messo in difficoltà, rovinando un weekend che per una buona volta non era stato costellato da incidenti ed errori madornali.


Molte emozioni sono arrivate dall'ancora minorenne Max Verstappen. Il figlio di Sophie Kumpen ha fatto vedere grandi cose, dando spettacolo e cercando di tirare fuori il massimo da una pista difficile per un esordiente. La sua foga lo ha reso però protagonista di un incidente piuttosto violento: un tamponamento ad alta velocità ai danni di Grosjean. I commissari lo hanno ritenuto colpevole dell'incidente, mentre probabilmente la Toro Rosso sospenderà la paghetta. Cose da ragazzi, ecco.



lunedì 11 maggio 2015

Formula Satira - 2015 Episodio 5 - GP Spagna

Il Gran Premio di Spagna edizione 2015 è stato rivoluzionario e abitudinario allo stesso tempo. Da una parte, continua il dominio di Mercedes e Ferrari sulle posizioni da podio; dall'altra finalmente cambia la Mercedes vincitrice con la prima vittoria in stagione di Nico Rosberg.

Chissà se, con questa vittoria, Nico ribalterà definitivamente il trend stagionale che fino al Gran Premio precedente era senz'altro a favore di Hamilton. In Mercedes torneranno presto ad avere guai per la convivenza dei due galletti? Sembra che Toto Wolff abbia trovato la soluzione ideale per gestire la coppia...



Oltre alla delusione Ferrari, con Vettel 3° e Raikkonen 5° a una vita di distanza dalle Mercedes, c'è stata anche la delusione Mclaren. Alonso rimasto senza freni con anche un grosso rischio in corsia box, Button spaventato dalla palese inguidabilità della macchina. Pare che proprio l'inglese abbia sostenuto che i punti nel 2015 saranno una chimera; Fernando non si espone, ma è evidente che le sue speranze avranno vita difficile...




Non va dimenticato che a Barcellona la Mclaren voleva stupire, sia con gli aggiornamenti tecnici sia con la nuova livrea. L'impressione è stata però sfavorevole, perché la livrea non è male, ma con questa lentezza non servirà a nulla..




Solita gara da leone (o da pinguino sfortunato, per meglio dire) per Pastor Maldonado. La sua tenacia lo stava portando nelle posizioni alte della classifica, ma un contatto con Grosjean lo ha ributtato indietro; per parecchi giri il venezuelano ha guidato una Lotus menomata nella parte posteriore, venendo spesso inquadrato. Non ci fosse Maldonado, cosa dovrebbero inventarsi i registi?




Il sodalizio Renault - Red Bull continua a scricchiolare dopo i tanti problemi patiti nel weekend di Barcellona. Nonostante tutte e 4 le vetture Renault siano arrivate al traguardo, sono evidenti i problemi legati alle cattive performance. Soprattutto Ricciardo ne pagherà presto le conseguenze, avendo già sostituito una marea di componenti della power unit...




Nel frattempo, dall'altra parte dell'oceano, l'Indycar si sta avvicinando all'appuntamento clou della stagione: la 500 miglia di Indianapolis. Il campionato e i suoi protagonisti non sono purtroppo l'argomento principale, bensì i nuovi kit aerodinamici portati in pista da Chevrolet e Honda, troppo fragili. Ci si chiede se è stata la mossa giusta... Una cosa è certa: la safety car percorrerà tante miglia quest'anno...